Un boato fortissimo. Improvviso. In contrada Maggio, a Pontecorvo, il rumore fortissimo - e udito a molta distanza, persino a Castrocielo - ha scosso i residenti. Le chiamate sono rimbalzate in pochi minuti: qualcuno pensava all'esplosione di una bombola, altri a uno schianto dall'esito mortale. Dopo un po' la verità: a esplodere è stato un ordigno bellico, a causa dell'incendio di alcune sterpaglie.

Il fuoco ha sollecitato quella bomba inesplosa, lasciata lì e sepolta dal Secondo Conflitto mondiale. Per fortuna non sono stati registrati feriti. A ricostruire la dinamica dei fatti saranno i carabinieri della Compagnia di Pontecorvo coordinata dal capitano Nicolai, subito sul posto.