Cassino è il primo comune della regione Lazio - tra i primi anche a livello nazionale - ad aver erogato i buoni spesa. A snocciolare le cifre nel dettaglio è l'assessore ai servizi sociali Luigi Maccaro, che argomenta: "Ammonta finora a 5.320 euro l'importo delle donazioni ricevute in una settimana sul conto corrente del Comune per l'emergenza covid-19. Ben 160 sono i pacchi viveri consegnati nell'ultima settimana e confezionati grazie alle donazioni ricevute in questi giorni. Già consegnati 100 buoni spesa su 540 le domande pervenute finora. Oltre 300 consegne di spesa o farmaci a persone anziane, quasi 70 telefonate fatte per il monitoraggio anziani, 40 i volontari attivi nei vari servizi e 7 assistenti sociali ad esaminare i nuovi casi da prendere in carico. Quando la pubblica amministrazione fa squadra col volontariato non si scherza!".

Non nasconde l'orgoglio neanche il sindaco Enzo Salera, che ieri sera durante una riunione di maggioranza (che si è svolta sulla piattaform zoom) ha spiegato: "Non è certo una gara per dimostrare di essere più bravi, ma velocizzare le pratiche in modo che le persone in difficoltà possano mangiare da subito, è decisivo". L'ultima donazione è stata fatta dalla sezione di Veroli dei Cavalieri di Malta, Volontari di Cassino".

Il sindaco ringrazia il gruppo di Cassino, il cui presidente è Otello Zambardi e tutta la delegazione di Veroli da sempre molto attiva sul territorio in favore delle persone più bisognose con il marchese Alessandro Bisleti. Anche l'ingegnere Giuseppe Figliuolo, direttore dello stabilimento di Fca di Piedimonte San Germano ha voluto dare un altro contributo immediato vista la carenza di dp1, donando cento tute bianche al Comune di Cassino da devolvere agli operatori del settore sanitario. Il Sindaco di Cassino Enzo Salera ringrazia della vicinanza lo stabilimento Fca e della disponibilità dimostrata, in particolare il Direttore Giuseppe Figliuolo per essersi prontamente messo a disposizione di chi ne aveva bisogno. Buone notizie sul fronte degli uffici postali decentrati.

Il consigliere Luca Fardelli rende infatti noto che dal 6 aprile ci sarà l'apertura delle sedi di Caira e Sant'Angelo nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì. In prima linea c'è anche l'assessore Maria Concetta Tamburrini che durante la riunione di ieri ha ragguagliato la maggioranza sulle varie iniziative che la maggioranza sta mettendo in campo per fronteggiare l'emergenza Covid-19. Mentre il sindaco Salera e il presidente del Consiglio Di Rollo stanno lavorando ad un Consiglio comunale da svolgere online durante il mese di aprile perchè sembra ormai certo che le misure restrittive proseguiranno per tutto il mese e probabilmente fino agli inizi di maggio. 

Intanto l'attivista de "Lo Scarpone" di Pirozzi, Amerigo D'Annolfo, chiede all'assessore Maccaro come vuole procedere per quanto riguarda le scuole della città che con questa piena emergenza sono a casa. E spiega: "Per chi non può seguire le lezioni si potrebbe fornire una carta come bonus per beni di prima necessità e far si che ogni bambino di questa città possa essere istruito nel miglior dei modi. Dal momento che studenti delle scuole superiori con l'assenso del Ministro della pubblica istruzione Azzolina che ha dato il via libera alle lezioni on line. In questo caso la cosa potrebbe verificarsi lo stesso per scuole elementari e medie"