"Ci sono arrivate segnalazioni di persone che a casa ricevono una chiamata per citofono di persone che vogliono entrare per fare il tampone. Voglio dare in questo senso un'indicazione chiara a tutti i cittadini: non fidatevi di questa modalità perché non esiste una modalità non programmata, non comunicata e non gestita dall'azienda sanitaria". È l'appello lanciato questa mattina dal direttore della Asl Roma 1, Angelo Tanese, durante lo svolgimento dei tamponi "drive-in" all'interno del complesso del Santa Maria della Pietà, in zona Trionfale a Roma.

"Persone che dovessero presentarsi non devono essere ritenute credibili - ha ribadito Tanese - chiamate sempre il Sisp o il medico di base. È un momento in cui il servizio sanitario sta cercando di fare il massimo per garantire alle persone la risposta adeguata e quindi non bisogna affidarsi a persone improvvisate, ma bisogna fidarsi dei medici e degli operatori sanitari", conclude.