Quasi cento istanze in una sola giornata. Dopo la pubblicazione del bando per l'assegnazione dei bonus alimentari, il sito istituzionale e l'ufficio protocollo del Comune di Frosinone hanno iniziato a ricevere le domande dei potenziali aventi diritto. Al capoluogo sono stati assegnati oltre 470.000 euro che saranno destinati ai soggetti socialmente ed economicamente più esposti in questo periodo di emergenza Coronavirus.

Il bando, pubblicato lunedì scorso sul portale isituzionale del Comune, prevede che gli interessati debbano presentare un modulo in autocertificazione per attestare la presenza dei requisiti soggettivi per accedere al beneficio. Il Governo e la Regione, nei decreti fino ad ora emessi, ricordano che sarà data precedenza a quei cittadini che non stanno usufruendo, in questo periodo, di altri aiuti pubblici, quali reddito di cittadinanza, sussidi ed altre provvidenze a carico dello Stato o degli enti previdenziali ed assistenziali, per garantire a un maggior numero possibile di persone un aiuto di carattere pubblico. L'intervento prevede l'erogazione di contributi economici che assumono forma di buoni spesa destinati in modo esclusivo all'acquisto di generi alimentari, beni di prima necessità e/o farmaci.

Il buono spesa ha un valore di 5 euro per persona al giorno, elevabile a 7 in caso di destinatari minorenni. L'importo massimo riconoscibile su base settimanale al singolo nucleo familiare ammonta a 100 euro. Le spese per medicinali sono riconosciute con riguardo alla situazione di disagio economico fino a un massimo di 100 euro al mese. Il contributo per l'acquisto dei farmaci è riconosciuto per i farmaci la cui spesa non è coperta dal servizio sanitario nazionale e per il pagamento del ticket. Non potrà essere riconosciuto ai soggetti che beneficiano di esenzione totale. I buoni spesa e il contributo per l'acquisto dei farmaci, per la diversa natura degli acquisti cui sono destinati, non debbono considerarsi alternativi e possono cumularsi.

Il Servizio Sociale Professionale del Comune di Frosinone, a seguito dell'istanza pervenuta, effettua la presa in carico del nucleo familiare richiedente, individua, quindi, i beneficiari in possesso dei requisiti richiesti e assegna il valore dei buoni spesa sulla base del numero e dell'età dei componenti il nucleo familiare. La determinazione del contributo per l'acquisto dei farmaci è riconosciuta sulla base delle prescrizioni rilasciate dal medico di base o da medici specialisti, prodotte dal richiedente in sede di istanza. La spesa per medicinali da banco o prodotti medicali diversi può essere riconosciuta con riferimento a prodotti che rivestono carattere di necessità.

Ai fini dell'erogazione dei contributi economici spettanti, il Servizio Sociale Professionale del Comune di Frosinone procederà alla valutazione delle istanze sulla base dell'ordine di presentazione e dei requisiti. I contributi economici oggetto dell'avviso saranno assegnati per la durata dell'emergenza. Inoltre, è stato pubblicato il modulo per la manifestazione di interesse rivolta a supermercati ed esercizi di vicinato che vorranno stipulare la convenzione con il Comune per il rilascio dei buoni o delle card per la spesa.