Emergenza sanitaria locale: Sora non ha nuovi contagi. "Dei sei casi che avevano eseguito il tampone nessuno è risultato positivo, quattro sono in attesa di risposta" – ha detto il sindaco che ha parlato di situazioni attenzionate. Il primo cittadino, durante la sua consueta diretta social dopo aver osservato un minuto di silenzio dinnanzi al tricolore esposto a mezz'asta nella sala consiliare, ha poi bacchettato alcuni dei suoi concittadini.

"Troppa gente ho visto in giro oggi. Non abbassiamo la guardia. Non è ancora il momento della festa. Non concediamoci a comportamenti e situazioni che possano rappresentare un passo indietro. Non molliamo sul più bello". De Donatis ha parlato di un'azione sinergica tra Caritas, Aipes e servizi sociali per contrastare l'emergenza socio-economica.

"Abbiamo lavorato alacremente con tutti gli amministratori. Tre sono le leve per aiutare i cittadini che stanno vivendo una sofferenza di natura economica: i fondi nazionali della protezione civile, la seconda sta per essere delibera dalla Regione Lazio a sostegno delle famiglie e la terza quella della solidarietà, delle associazioni e dei singoli cittadini – e rivolgendosi ai concittadini bisognosi ha detto - Non ci si deve vergognare perché è un periodo di guerra".

Il sindaco, oltre a elencare le iniziative messe in campo nel Comune di Sora, si è detto pronto ad attivare una raccolta fondi per incrementare gli aiuti. De Donatis ha anche infomato che: "L'Asl ha attivato diversi numeri per consentire ai familiari, che hanno pazienti ricoverati negli ospedali per Covid- 19, di avere notizie dei propri cari: dal lunedì alle venerdì dalle 8 alle 20 è possibile chiamare il 328.9271664, dalle 8 alle 20 il sabato 388.9859410 e la domenica dalle 8 alle 20 si può chiamare 329.3825959".