Indagine della polizia Stradale di Rimini che, nel giro di poche ore, ha individuato e denunciato un trio di esibizionisti che si dilettava con performance erotiche all'aperto nonostante le prescrizioni per contenere il contagio da Coronavirus. Filmini porno amatoriali con tanto di scena girata davanti al comando della Municipale con sottofondo di insulti agli agenti e a quanti stavano in casa.

A finire nei guai sono stati un un 38enne riminese e le due ragazze di 22 e 21 anni di Frosinone e Palermo. Per loro è arrivata la denuncia a piede libero per atti osceni in luogo pubblico, oltraggio a pubblico ufficiale, diffamazione a mezzo stampa oltre a un lungo verbale per le violazioni commesse al Codice della Strada. I filmati, pubblicati in rete, sono stati acquisiti anche dalla Polizia Postale per essere analizzati in maniera tale da fornire le date esatte di quando sono stati girati. Questo servirà a contestare ai 3 anche il numero preciso di violazioni alle prescrizioni anticontagio.