La macchina della solidarietà si muove h24 a Cassino. In campo il gruppo d'emergenza nato nelle scorse settimane, quaranta volontari che stanno raggiungendo anziani e persone in difficoltà per portare alimenti e medicine. Il consigliere Iovine sottolinea: «In questi giorni è evidente che i cassinati abbiano un grandissimo cuore, privati, titolari di attività e famiglie stanno aiutando e supportano le attività di volontariato». Sono decine i cittadini che stanno "provvedendo" ai bisogni dei vicini di casa, molti sono anziani ma tante sono persone sole, famiglie in difficoltà, con bambini piccoli o con disabili in casa. Per chi non chiede per vergogna o per orgoglio interviene "l'amico".

L'associazione "Volume 108" ha donato gel disinfettante che viene usato dai volontari nella centrale operativa in Comune e sui mezzi messi a disposizione dall'Ente per i Servizi sociali, vetture necessarie alla distribuzione della spesa ad anziani e famiglie in difficoltà.
«Ci è stato donato anche l'alcool che abbiamo redistribuito a chi non ne aveva - aggiunge Iovine - Un vero e proprio circolo virtuoso che dimostra quanto al comunità sia unita».
Ci sono stati dei fiorai che hanno donato delle composizioni alle infermiere e alle neomamme, direttamente in Ostetricia. Tanti titolari di attività gastronomiche hanno preparato i pasti per infermieri e medici e glieli hanno fatti consegnare.

Nei quartieri la rete della solidarietà è più forte di quella istituzionale, c'è una signora che in una zona residenziale del centro ha stampato autocertificazioni, ha acquistato mascherine e si sta occupando di seguire una decine di anziani "soli" che hanno figli lontani e sono accuditi da badanti che parlano poco la lingua italiana e che non avevano capito come potersi muovere. Nessuno le ha chiesto di fare nulla, la signora Maria, quasi settantenne, ha deciso di aprire il cuore e aiutare. Tanti cittadini hanno deciso di acquistare alimenti e di lasciarli direttamente nei supermercati, a disposizione di chi ne ha bisogno, come donazioni che verranno "recuperate" dalle associazioni e dai volontari comunali che si occuperanno della distribuzione.

Il bollettino del sindaco
Il sindaco nel consueto aggiornamento quotidiano ieri ha comunicato un nuovo caso di positività: «Ce lo ha comunicato dalla direzione sanitaria del Santa Scolastica, si tratta di un operatore sanitario dell'ospedale che già da tempo era in regime di sorveglianza sanitaria isolato dalla struttura; nessun caso dalla casa di cura del San Raffaele, anzi, sono arrivati i risultati di 12 tamponi effettuati ieri su operatori sanitari e sono risultati tutti negativi. La stessa direzione generale del San Raffaele ci assicura che entro al giornata di domani al massimo dopodomani tutti i pazienti positivi saranno trasferiti in strutture con aree Covid.

Voglio ringraziare ancora una volta - ha sottolineato il sindaco Salera - i commercianti di Cassino che stanno facendo una gara di solidarietà per sostenere il progetto "Cassino risponde", anche oggi ci è stata consegnata una grande quantità di generi alimentari che, ovviamente, i volontari distribuiranno alle famiglia più bisognose. Nel pomeriggio di ieri abbiamo ricevuto dalla Protezione civile 300 maschere , monouso, non adatte al personale del Santa Scolastica e stiamo contattando altre strutture altre strutture che possono averne bisogno e utilizzarle nella maniera più adeguata. Ringrazio tutti i cittadini, grazie perchè state tenendo duro, ci aspettano ancora settimane difficili ma questo, lo ricordiamo, è l'unico modo per far fronte alla diffusione del virus».