Visita privata ieri mattina al cimitero della città di Frosinone, in località Colle Cottorino, del vescovo della diocesi di Frosinone-Veroli-Ferentino, Ambrogio Spreafico, per un momento di raccoglimento, preghiera e benedizione di tutti i defunti. Una visita compiuta in un venerdì di Quaresima come segno di suffragio e di consolazione. In particolare, per i defunti per i quali in queste settimane non è possibile celebrare le esequie e per tutti i malati di coronavirus deceduti senza il conforto degli affetti più cari. Come scrive la Conferenza Episcopale Italiana "le comunità cristiane, pur impossibilitate alla vicinanza fisica, non fanno mancare la loro prossimità di preghiera e di carità".

Monsignore Spreafico ha percorso il viale principale del cimitero fino a raggiungere la cappella. Ha sostato per un momento di raccoglimento. Poi ha benedetto le tombe recitando una breve preghiera. Intanto, continuano anche gli appuntamenti in video con il vescovo Spreafico, per restare sempre vicini, anche se distanti fisicamente, in questo periodo di emergenza Covid-19.

Ogni sabato, una breve riflessione (della durata di due minuti) denominata "Distanti ma vicini – La Parola di Dio cura dell'anima": gli interventi sono pubblicati sulla home page del sito diocesifrosinone.it. La domenica c'è la possibilità di partecipare alla Messa celebrata dal vescovo, visibile sul sito e sulla pagina facebook della diocesi. Monsignor Spreafico nei giorni scorsi si è rivolto anche ai bambini e ai ragazzi attraverso un video che è stato diffuso tramite gruppi parrocchiali e anche sulle classi virtuali delle scuole. Video che può essere visualizzato sul sito della diocesi o sulla pagina facebook.