Oggi verranno superati i mille tamponi effettuati all'ospedale Fabrizio Spaziani di Frosinone, dal reparto di Biologia molecolare. Il servizio è entrato in funzione dal 18 marzo scorso. La media nei primi nove giorni è stata di 100 tamponi ogni ventiquattro ore. Naturalmente all'inizio di meno, poi i numeri sono cresciuti. Arrivando anche a 120 esami del genere in una sola giornata. A testimoniare l'efficienza del reparto. Per il resto lo Spaziani è ormai attrezzato a fronteggiare la situazione determinata dalla pandemia Covid-19. Ricordiamo le cifre.

Al reparto di Malattie infettive ci sono 26 posti letto: è qui che si trattano i pazienti Covid-19 che hanno bisogno di cure più specifiche. Mentre al terzo piano dell'ospedale è ormai pienamente operativo il reparto Medicina Covid-19: i posti letto in totale sono aumentati, da 36 a 40. Ma si sta altresì lavorando per un ulteriore aumento di postazioni per i malati di Coronavirus: 20 per l'esattezza. Servono però medici e infermieri.

Per quanto riguarda, invece, Terapia intensiva, i posti attivati al Fabrizio Spaziani sono 22. Si può aumentare ancora grazie alle camere operatorie e a quelle di isolamento. Un ruolo importante ha assunto in questa situazione l'ospedale San Benedetto di Alatri, dove sono stati trasferiti reparti come Ortopedia e le discipline chirurgiche. D'altronde la strategia portata avanti dalla Asl è quella di dedicare quanti più posti Covid allo Spaziani.

E questo comporta una riconversione. Al piano dove c'era Medicina generale ora c'è il reparto Medicina Covid-19. Dunque, la sinergia Frosinone-Alatri è preziosa. Anche perché, oltre al Coronavirus, ci sono tutte le altre patologie da affrontare quotidianamente.