Sono ormai oltre cinquanta i volontari del Comune di Cassino che hanno aderito al servizio "Cassino risponde" e che stanno supportando l'assessore Luigi Maccaro per dare un sostegno ai bisognosi. In prima linea, a coordinare i lavori, c'è il consigliere comunale Paolo Iovine che snocciola le cifre: «Siamo partiti da 30 volontari, in pochi giorni il numero è quasi raddoppiato. Finora siamo riusciti a soddisfare tutte le esigenze. Ci stiamo riscoprendo comunità e c'è tanta gente ancora che vuole mettersia disposizione. Tanto l'aiuto anche da parte dei privati: non da ultimo all'interno della SkF è stata fatta una raccolta fondi di 500 euro a favore del Comune».

La spesa...sospesa
Ma adesso sono i semplici cittadini che possono fare la loro parte: anzitutto con una donazione sull'Iban del Comune di Cassino e in secondo luogo con una iniziativa che partirà da oggi: fuori alcuni supermercati si troveranno dei carrelli con la scritta "lascia qui la tua spesa". Ogni cittadino potrà lasciare all'interno del carrello qualche alimento che poi i volontari del Comune la sera passeranno a ritirare. In particolare le cose più richieste sono: latte a lunga conservazione, scatolame, omogenizzati, farina e zucchero.

Le pensioni e le tasse
Sul fronte economico si è fatto invece il punto nel corso di un vertice di maggioranza che si è svolto sulla piattaforma "zoom". Già nei giorni scorsi la giunta si era riunita su "skype": fin quando non si potrà tornare alla normalità sono questi gli unici modi possibili per far sì che l'esecutivo e i consiglieri si parlino. A parlare, nelle riunione di ieri, è stato soprattutto il sindaco Enzo Salerache ha illustrato la lettere inviata al ministro dell'economia Roberto Gualtieri per far sì che possano subito arrivare sul territorio gli aiuti economici del decreto "Cura Italia". Ed ha poi annunciato, che grazie ad un imprenditore cinese suo amico, potrebbero presto arrivare mille mascherine che il sindaco si è impegnato a donare all'ospedale Santa Scolastica. La sospensione delle tasse comunali, già annunciata due giorni fa ha trovato ampio favore da parte della cittadinanza ma c'è anche chi teme che ciò che non sipaga ora, possa arrivare dopo l'emergenza, magari anche maggiorato, quindi preferisce restare in regola. Ieri intanto è partito l'erogamento delle pensioni alleposte con lelettere A e B. Non si è registrato nessun particolare disagio, nonostante non sia stata concessa l'apertura delle sedi periferiche di Caira e Sant'Angelo. Oggi tocca alla C e alla D

Poche chiamate, sos donne
L'amministrazione è attiva anche sul fronte delle pari opportunità. L'assessore Tamburrini ha potenziato gli sportelli telefonici per le donne vittime di stalking e di violenza. «Purtroppo - dice l'assessore-  registriamo un calo delle chiamate rispetto al solito di circa il 50%. E se in altri tempi si poteva considerare una notizia positiva ora non lo è affatto perchè con molta probabilità è dovuto al fatto che gli spazi in casa sono ristretti e questo rende più difficile la comunicazione con la convivenza h24,per questoa brevesarà attiva anche una app sugli smartphone. Noi non lasciamo sole le donne del territorio. In questo periodo ancor di più.