"Bollettino positivo sotto l'aspetto locale. I positivi sono rimasti gli stessi di ieri. Sono 18" . E' il numero dei cittadini sorani risultati positivi al coronavirus da quando è iniziata l'emergenza. Ad aggiornare sui dati è stato il sindaco Roberto De Donatis durante la consueta diretta social. Ha parlato anche di alcuni casi che hanno lasciato l'ospedale e che sono rientrati a casa per continuare il percorso di cura, rispettando di protocollo dell'Asl.

Ha poi detto il sindaco. "Per i cittadini sorani che si sono recati, nei precedenti 20 giorni da oggi, presso la clinica di Veroli o anche presso la casa di riposo di Fiuggi, invito a chiamare, a titolo informativo, il corpo della polizia municipale al numero è 0776. 831027 per capire gli eventuali spostamenti. Dobbiamo monitorare i focolai del territorio perché è un virus e non conosce confini." De Donatis ha lanciato un appello dopo aver parlato con il dottor Augusto Vinciguerra. "Ci sono degli operatori sanitari sottoposti a rischio , quindi avrebbero necessità di avere un posto dove riposarsi e farsi la doccia, fuori dalle loro abitazioni. In ragione del fatto che ci sono diverse strutture del territorio ,ferme dal punto di vista turistico, sarei contento se qualcuno ci chiamasse per ragionare in termini di disponibilità. "

Il primo cittadino ha inoltre ringraziato il presidente del consiglio Antonio Lecce che ha emanato le linee guide per poter svolgere, la massima assise cittadina, via tematica. "Per la spesa a domicilio sono legittimati solo gli enti istituzionalmente riconosciuti: l' ufficio dei servizi sociali del Comune di Sora e il consorzio Aipes."- ha detto il primo cittadino. De Donatis, salutando i suoi concittadini , ha informato che domani alle 11.30 pregherà in forma privata , insieme al vescovo Gerardo Antonazzo, presso il cimitero comunale.