La solidarietà è più forte dell'indifferenza ed è più contagiosa del virus. Accade nella città di Cassino dove l'assessore alla coesione sociale Luigi Maccaro - impegnato nel terzo settore da ormai trent'anni con la comunità Exodus radicata in città dal 1990 - snocciola le cifre che dimostrano come la macchina della solidarietà sia ormai partita a pieno regime.

"Ben 30 volontari a disposizione dei servizi sociali, quasi 300 consegne effettuate a domicilio tra spesa e farmaci, oltre 1.200 chili di prodotti di prima necessità raccolti grazie al banco alimentare ed altre aziende che ci stanno contattando in queste ore per mettere a disposizione prodotti e risorse". Quindi ecco l'annuncio della giornata: "Questa mattina mi ha chiamato il titolare dell'azienda "La Fornarina" che mi ha detto di aver acquistato tutte le materie prime per produrre le colombe pasquali: ora però le cose sono cambiate - mi ha detto - e visto che il Comune si sta impegnando per le persone in difficoltà anche noi vogliamo fare la nostra parte: produrremo per voi 400 colombe che i volontari potranno consegnare alle persone che voi seguite.  Io - dice Maccaro - voglio ringraziare di cuore il titolare e tutto lo staff. In questo continuo rincorrersi di dati, bollettini e statistiche sull'andamento del Coronavirus, sembra non esserci spazio per le cose belle che ogni giorno accadono nella nostra città. Quindi è giusto darne conto".

L'assessore quindi conclude: "Don Mazzi ama ripetere che nella partita tra Caino e Abele, il secondo tempo lo vince sempre Abele. Ecco, io sono certo che anche in questa dura prova che siamo chiamati ad affrontare il secondo tempo lo vincerà la vita, lo vinceranno il bene e la solidarietà".