In Italia crescono i morti per coronavirus. E aumentano anche le vittime tra i medici impegnati in prima linea per fronteggiare l'emergenza. 

E' deceduto, si apprende dalla Federazione nazionale degli ordini dei medici (Fnomceo), il dottor Leonardo Marchi, medico infettivologo e direttore sanitario della Casa di Cura San Camillo a Cremona. Aveva 64 anni, per oltre 11 anni ha guidato la clinica mantovana. Lascia la moglie e due figlie.

Ed è una storia di impegno anche quella di Gino Fasoli, medico in pensione da quattro anni che, a 73 anni, erano tornato in corsia per dare una mano ai colleghi. E' morto sabato all'Istituto clinico San Rocco a Ome vicino Brescia. Per molti anni medico di famiglia a Cazzago San Martino, dopo aver lavorato al pronto soccorso di Bornato, quando era andato in pensione si era impegnato nel volontariato, tra il trasporto ammalati a Lourdes e missioni in Africa con Emergency.