I cinque operai bloccati in Marocco sono finalmente a casa. Poco dopo la mezzanotte di giovedì, infatti, hanno raggiunto il suolo italiano potendo tornare dalle loro famiglie.

Si tratta di 4 operai di Cassino e uno del Casertano, dipendenti di una ditta tra le più importanti nel settore dell'automazione industriale, la Gfr Servizi srl di Cassino. I quattro operai erano in Marocco per eseguire dei lavori in subappalto per la Peugeot. La paura che con le nuove indicazioni governative potessero non riuscire a rientrare in Italia non era infondata: per questo le famiglie si sono rivolte a prefettura e Farnesina. Il titolare della ditta cassinate ha procurato loro i biglietti (ormai introvabili). I cinque, che fino all'altro giorno erano impegnati ancora sul lavoro poiché in Marocco le produzioni non erano state bloccate sono così saliti sull'aereo che giovedì notte li ha riportati a casa.

Ora, ma solo per una estrema misura precauzionale, resteranno a casa alcuni giorni (anche come riposi compensativi) pur non avendo avuto alcun sintomo né contatti a rischio.