Dalla Sardegna, dove vivono i vincitori delle prime due "tappe" del photo contest COVID-19 #IOSTOACASA #AJOCONTROCOVID19 organizzato dall'associazione Ajò Cycling Team in collaborazione con l'azienda Threeface e patrocinato da CSAIn Ciclismo, a Castro dei Volsci, il borgo ciociaro che sembra galleggiare tra le nuvole in cui vive Maria Rita Rinna che si è aggiudicata la terza "tappa". Con 352 like ha preceduto il suo compagno di squdra Patrizio Rossi.

Quarantenne professoressa (insegna musica alla scuola media a Castro dei Volsci), violinista (si esibisce in diverse orchestre e del gruppo di musica popolare contemporanea Cantori in Terra di Lavoro) e mamma di due bambini Viola e Carlo. Maria Rita Rinna ha iniziato a pedalare da poco più di un anno, grazie a suo marito Enzo, anche lui ciclista e portacolori della Asd Castrobike, che gli ha prestato la sua bicicletta per le prime uscite.

"La passione mi ha poi conquistato in poco tempo – sottolinea Maria Rita – e ora ho due biciclette in garage. La bicicletta mi è stata molto d'aiuto. Ho sofferto d'asma e svolgere attività ciclistica mi ha permesso di recuperare uno stato di salute ottimale. Non partecipo a gare in circuito o granfondo. Mi dedico all'attività cicloturistica quando è possibile. Mi alleno da sola, al termine dell'attività lavorativa durante la settimana, mentre in primavera esco la mattina presto. Insomma una passione travolgente. Mi piace sentire il suono della catena che scorre sul pacco pignone, dei copertoncini che rotolano sul selciato. Musica per le mie orecchie, come quella del violino".

Dallo scorso anno è tesserata per la società Asd Castrobike.
"Sono orgogliosa di far parte di questo team, presieduto da Tonino Perfili. La Castrobike non è una semplice società ciclistica, ma un fantastico gruppo di sportivi che si adopera per organizzare iniziative culturali e per sostenere alcune associazioni che si occupano di persone diversamente abili. L'eccezionalità di questa opera? Dobbiamo considerare che i dirigenti della società si dividono tra lavoro, famiglia e passione per la bicicletta e trovare anche il tempo per sostenere gli altri non è facile. Per questo li considero straordinari".

Come si allena in questo particolare momento per la nostra nazione?
"Guardi, io amo l'attività all'aria aperta. Ma in questo momento vorrei dire a tutti gli appassionati di ciclismo, ma anche di altri sport, di stare a casa e svolgere attività come possono. Castro dei Volsci, per chi non lo conosce, è un paese arroccato su un cucuzzolo, tra le altre cose è la città natale di Nino Manfredi, che domina una straordinaria vallata dove un tempo vi era il confine tra lo Stato Pontificio e il Regno di Napoli. Mi mancano le pedalate in questo straordinario territorio, ma ora è importante combattere il Covid – 19 e mi alleno in casa anche per tutelare la mia famiglia"