Raccolta straordinaria di sangue in programma all'Avis nelle giornate di domani (mercoledì 18 marzo) e sabato 21 marzo. A partire dalle 7.30 del mattino è possibile raggiungere la sede Avis, vicina alla Casa della Salute, parcheggiare proprio nel piazzale antistante l'edificio e donare. Come assicura il presidente Rocco D'Aversa si può fermare l'auto vicino la sede Avis, attendere in macchina e poi entrare per donare, all'interno della struttura saranno presenti massimo due donatori contemporaneamente in stanze diverse. Saranno rispettate distanze e tutte le precauzioni igieniche necessarie, oggi ancora più ferree in considerazione della delicata fase.

Serve sangue! Chi può deve contribuire a salvare vite umane; potrebbe essere un parente o un amico ad aver bisogno di una trasfusione, oppure uno sconosciuto cui comunque il sangue donato, trattato e poi trasfuso potrebbe salvare la vita. La sezione Avis di Ceprano ha sempre contato tanti donatori e promosso iniziative di raccolta e sensibilizzazione di successo.

La solidarietà e la generosità appartengono ai cepranesi che si sono sempre dimostrati sensibili ad appelli e disponibili a mettersi a servizio della comunità. Oggi l'appello del presidente D'Aversa è ancor più forte, sentito e urgente, non è sufficiente la normale attività dei volontari, urge il supporto di tanti cittadini in grado di donare, il presidente si rivolge proprio a loro rassicurandoli sulle modalità organizzative di donazione sicure e rispettose dei vincoli imposti dai recenti decreti.

Ceprano sta vivendo a caro prezzo l'emergenza Covid-19, per cui abbiamo ulteriori buoni motivi che ci toccano da vicino per rispondere all'appello del presidente D'Aversa e dimostrare l'indiscussa sensibilità e generosità che da sempre hanno caratterizzato la comunità locale.