Nuove chiusure e restrizioni a Sora. Intanto ci sono tamponi in corso. "Non è un periodo di vacanza. E' un momento di guerra ed i cittadini stentano a capirlo. Il picco di domani è il frutto della sconsideratezza di ieri. Non vorrei che nella mia comunità si continuino a verificare comportamenti non in linea con i decreti. Ci sono già delle denunce, che saranno in crescendo se ci saranno nuovi trasgressori. Sono tre i motivi per poter uscire da casa. Non ci sono scappatoie". Ha parlato a muso duro il sindaco Roberto De Donatis poco fa ai suoi concittadini, invitandoli a non uscire di casa.

Con ordinanza numero 5, firmata dal primo cittadino, oggi sono stati chiusi i parchi Santa Chiara, nel cuore di Sora e Famiglia La Posta in località San Domenico. E' stato Roberto De Donatis a spiegare che quest'ulteriore misura restrittiva si è resa necessaria per contrastare il contagio del coronavirus. Sempre poco fa è stata disposta, con apposita ordinanza, la sospensione del mercato settimanale comprese le attività di vendita di genere alimentari di prima necessità allegato "del DCPM dell' 11/03/2020". Per le stesse motivazione, sono vietate inoltre, per tutto il periodo di vigenza delle misure sopra indicate, su tutto il territorio comunale, le iniziative di carattere commerciale da parte di operatori economici che possano, anche solo potenzialmente, creare assembramenti di persone.

Il sindaco ha parlato anche della validità delle carte d'identità scadute informando i cittadini anche dell'iter che l'Asl sta attivando per fronteggiare l'emergenza. Per quanto riguarda l'opera di sanificazione straordinaria delle strade centrali , avverrà oggi, a mezzanotte. De Donatis ha spiegato che: "Non c'è un proliferare di ratti nella città , ma quest'azione di pulizia arriva anche nei tombini, non preoccupatevi se vedete la presenza di carcasse di roditori per le strade, verranno rimossi".