In piena emergenza coronavirus, c'è bisogno di messaggi di speranza. Di positività. Per guardare, almeno per un momento, oltre le paure. E pensare a quello che sarà, quando l'Italia sarà libera dall'incubo COVID-19. Parole di speranza arrivano anche dai nostri lettori. Abbiamo scelto di riportare qui il messaggio di Angelo D'Onorio, insegnante frusinate. "Vorrei dedicare a tutti noi queste mie parole, per la nostra città e per tutto il nostro paese" - scrive. 

Il messaggio di speranza
"La vita ha tante forme,
a volte sottili, Invisibili
Impercettibili.
Sconosciuta e crudele prende
la veste d'un nemico
che brama nell'aria
e allora le città si spogliano,
mostrano le loro ossa
nude al sole.
Racchiusi nel vento,
silenzi addensano l'aria
su marciapiedi spogli di gente,
nessun passo gli accompagna ora, nemmeno una parola, né un eco.
Fuori Il sole, cerca la fronte bianca
dei bambini al gioco dell'aria
a gridargli è primavera,
ma i monelli non ci sono
e i parchi non ridono più.
Panchine scabre
attendono ritorni, sussurri,
baci di perduti amanti,
parole non dette,
vecchie storie andate nel tempo
sul palato dei vecchi
Abbandonati tavoli,
spettri di vetrine
nessuna folla riflettono , nessuno schiamazzo o risata lì raccoglie ora.
E la notte
diventa uguale al giorno
e il giorno uguale alla notte.
Il tempo lentamente
scorre addosso,
sulla pelle e In ogni battito
la lancetta si dilata.
Addormentati lampioni, cercano ombre
di passanti
ma solo le strade lasciano
alla sera
la loro nuda pelle alla luna.
Cattedrali e chiese racchiudono silenti
le loro pietre tra le candele
e le preghiere
rimangono a casa.
Nessuna piazza fermenta ora di vita,
né monumento o fontana ha a chi mostrarsi.
Fragili, soli, inermi, ci ritroviamo.
allora a guardarci dentro
le nostre paure
In un silenzio fuori che chiama silenzio dentro,
quello dell'anima.
Nessun bacio, abbraccio,
né stretta di mano
perché l'amore oggi è a un metro di distanza.
Ma dietro queste pareti sottili,
chiusi nelle nostre case, ospedali e caserme
nella lotta per la vita e la morte
di eroi che sfidano
un mostro senza volto, dietro una
semplice mascherina.
Rabbia, dolore.e paura
daranno il passo al cuore
e ci riscopriremo in un volto
che avevano perso,dimenticato
simili
a ritrovare Il valore del tempo,
delle piccole cose della vita
che germoglia,
perché dietro ogni ombra c'è sempre la luce
perché domani avrà un sapore diverso
anche la vicinanza
anche la noia."