È terminata poco fa la riunione tra la dirigenza Fca e le organizzazioni sindacali. L'azienda ha comunicato lo stop alla produzione fino al 27 marzo. La sospensione temporanea, che sarà in vigore fino al 27 marzo 2020, rientra nell'implementazione di un'ampia serie di azioni in risposta all'emergenza COVID-19 e consente al Gruppo di rispondere efficacemente all'interruzione della domanda del mercato garantendo l'ottimizzazione della fornitura.

In particolare, la sospensione della produzione viene attuata in modo tale da consentire al Gruppo di riavviare la produzione tempestivamente quando le condizioni del mercato lo consentiranno. Il Gruppo utilizzerà queste sospensioni produttive per attuare revisioni dei processi di produzione e controllo qualità a beneficio dei propri clienti e della produttività complessiva.

Il Gruppo sta lavorando con i propri fornitori e partner affinché, nonostante la sospensione produttiva, gli stabilimenti possano raggiungere i livelli di produzione totali precedentemente pianificati nel momento in cui riprenderà la domanda da parte del mercato.
I sindacati avevano chiesto all'azienda di mettere in sicurezza tutte le fabbriche. A Cassino lo stop si prolungherà fino al 3 aprile perché già era in calendario altra cassa integrazione