A Pontecorvo i familiari della donna di 77 anni ricoverata per coronavirus allo Spallanzani, sono stati vittime dei leoni da tastiera sui social. Un comportamento ingiustificato e condannabile non solo moralmente. Il sindaco della città ha annunciato che sarà lui personalmente a denunciare i responsabili di questa ingiustificata gogna social.

"Il contagio non è una colpa. Solidarietà con chi sta vivendo questo momento di grande difficoltá, purtroppo molti non danno il buon esempio e sui social attaccano e inveiscono verbalmente contro i familiari - così poco fa il sindaco di Pontecorvo Anselmo Rotondo sulla sua pagina social-  Sono stato contattato dai familiari della donna di 77 anni ricoverata all'ospedale Spallanzani, che in questi giorni sono stati bersaglio dei leoni da tastiera. Ora basta. Sarò io, personalmente, a denunciare chi non lascia in pace queste persone che, in maniera esemplare, stanno rispettando la quarantena. Noi rispettiamo il loro dolore."