Emergenza coronavirus, la macchina fiscale si ferma per aiutare l'Italia colpita dal COVID-19. La bozza del decreto, che andrà in Consiglio dei ministri domani mattina, prevede la sospensione dei versamenti Iva (presumibilmente a partire da quello di lunedì 16 marzo), delle ritenute Irpef e dei contributi Inps.

La prima ipotesi è che la soglia per beneficiare dello stop sia quella di chi fattura meno di 400 mila euro nel campo dei servizi e 700 mila nel campo della cessione. Allo studio anche l'idea di bloccare mutui e bollette. Ma bisognerà aspettare domani per capire. All'emergenza sanitaria si è inevitabilmente affiancata quella economica e non resta che attendere le misure del Governo.