Da palazzo Chigi, il presidente del Consiglio Giuseppe Conte in conferenza stampa ha parlato all'Italia. I numeri delle persone ricoverate in terapia intensiva crescono in maniera esponenziale. I decessi anche. Le abitudini vanno cambiate. Ora. Vanno adottate misure più forti per contrastare il coronavirus "Per il bene dell'Italia" -come dichiara Conte.

"Oggi è il momento della responsabilità. Dobbiamo pensare anche ai medici e agli infermieri che stanno facendo di tutto. Nel prendere queste misure dobbiamo pensare anche a loro. La decisione giusta oggi è di restare a casa. Il futuro nostro è nelle nostre mani. Le misure che abbiamo predisposto per la Lombardi varranno su tutto il territorio nazionale. L'Italia sarà tutta in zona protetta: non ci saranno più singole zone rosse, ma per tutti gli spostamenti saranno possibili solo per necessità, per lavoro o per motivi sanitari. E, poi, divieto di aggregazione. Sono norme più stringenti per tutelare la salute di tutti i cittadini».

Prorogata la chiusura delle scuole fino al 3 aprile e stop anche alle manifestazioni sportive.

Il premier aggiuge che queste norme saranno contenute in un nuovo decreto che verrà pubblicato stasera in Gazzetta Ufficiale e le norme entreranno in vigore domattina.