Il Coronavirus si diffonde inesorabile. E tutti gli enti e le autorità preposte stanno mettendo in campo misure finalizzate al contenimento dell'epidemia. Tra queste, in prima fila, c'è anche la Regione Lazio. Che proprio oggi ha approvato un provvedimento per ampliare la rete dei laboratori nei quali sarà possibile eseguire i tamponi indispensabili per accertare la positività o meno al Coronavirus. 

Nell'elenco delle nuove strutture ospedaliere accreditate ad eseguire i test figurano, tra gli altri, l'ospedale "Goretti" di Latina e il Policlinico Tor Vergata di Roma. Ma non lo "Spaziani" di Frosinone. La circostanza ha provocato vibrate proteste in Ciociaria, in quanto la popolazione locale si è vista privare della possibilità, pur richiesta con forza dalla direzione generale della Asl, di poter eseguire i tamponi anche in una struttura del territorio.  

LEGGI ANCHE: Accreditati nuovi ospedali per i tamponi, ma lo "Spaziani" non c'è

Tuttavia, in merito a questa decisione di consentire l'analisi dei tamponi nell'ospedale di Latina e in quello di Tor Vergata, fonti regionali fanno sapere che tale opzione segue la necessità, manifestata dalla direzione dello "Spallanzani", di avere a fianco delle strutture ospedaliere che siano anche sedi Universitarie. Caratteristica che lo "Spaziani" non ha. È stata questa necessità a determinare le scelte fatte.