"Sto benissimo, non ho sintomi, sono da diversi giorni a casa e, dopo essere risultata positiva al tampone, sto semplicemente facendo trascorrere il tempo della quarantena. Quello che veramente mi fa male, piuttosto, sono i commenti cattivi della gente".

Così, intorno alle 17.30, si è espressa in diretta Skype, nel corso del programma "Pomeriggio 5" condotto da Barbara D'Urso su Canale 5, Romina, la giovane figlia della commerciante 65enne di Fiuggi che ha conquistato il non invidiabile primato di essere stata la prima persona ad aver contratto il Coronavirus in Ciociaria. La "Paziente 1". La ragazza è stata ospite della trasmissione, dedicata prevalentemente all'emergenza che l'Italia sta vivendo, proprio per raccontare la sua esperienza e dare sfogo alla propria rabbia nei confronti di quanti, soprattutto sui social, si stanno accanendo contro di lei e la madre accusandole di non aver seguito le misure di sicurezza sanitarie indicate dalle autorità. 

Commenti ingiustificati - come ha più volte rimarcato la D'Urso che ha tacciato di "cretini e imbecilli" gli autori - che fanno male più della malattia stessa. "Mia madre - ha proseguito Romina - è tuttora ricoverata allo Spallanzani. Sta bene ringraziando Dio ma dal suo letto d'ospedale, in una degenza che non è comunque una passeggiata, praticamente ogni giorno deve leggere i commenti e le accuse velenose di tanti nostri concittadini, ma non solo, che ci accusano di aver portato il virus in Ciociaria. In realtà, non è affatto così. Io, come detto, sto benissimo, non ho sintomi, sono a casa mia perché non ho bisogno di ricovero e quando la quarantena sarà finita tornerò alle mie attività. Sono risultata positiva al tampone perché come figlia ho avuti contatti come si può immaginare strettissimi con mia madre. Ma niente di più. Mia madre non ha fatto nulla che potesse pregiudicare la salute altrui e questo devono capirlo tutti. Tutti quelli che sui social continuano a sparlare a sproposito".

A farle da spalla, come detto, la stessa Barbara D'Urso: "Sono solo dei poveri imbecilli quelli che dicono queste cose - ha affermato senza mezzi termini la conduttrice - In questo momento non bisogna lasciarsi andare a simili sciocchezze. Dobbiamo essere tutti uniti e lottare insieme per sconfiggere il Coronavirus. La battaglia sarà lunga e difficile, ma ce la faremo. Però gli imbecilli e i cretini - è stato il senso del suo discorso - devono farsi da parte e tapparsi la bocca. Piuttosto, rispettiamo tutti alla lettera le disposizioni del Governo e vedrete che ne usciremo bene". 

Romina ha infine voluto ringraziare il sindaco di Fiuggi, Alioska Baccarini, e tutte le altre autorità "che in questo particolare momento ci sono vicine, mentre in tanti, troppi, ci stanno trattando come appestate".