"I Vescovi delle diocesi di Frosinone-Veroli-Ferentino, Anagni-Alatri, Sora-Cassino-Aquino-Pontecorvo, dando seguito al decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 4 marzo scorso, riguardante i provvedimenti urgenti da adottare su tutto il territorio nazionale per contrastare l'epidemia da Coronavirus COVID 19, e volendo attuare il comunicato stampa della Conferenza Episcopale Italiana del 5 marzo 2020, hanno disposto che nel territorio delle Diocesi della provincia di Frosinone siano adottati i seguenti provvedimenti:

Si ribadisce la possibilità di celebrare la Santa Messa e di promuovere gli appuntamenti di preghiera che caratterizzano il tempo della Quaresima, assicurando il rispetto delle indicazioni già date a suo tempo e di quelle governative, che qui si ripetono:
1. Dare la comunione sulla mano;
2. Evitare lo scambio di pace;
3. Togliere l'acqua dalle acquasantiere;
4. Areare gli ambienti al termine delle celebrazioni;
5. Evitare gli affollamenti di persone che non consentano il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro.

Le attività di oratorio e di catechismo sono sospese fino alla data del 15 marzo inclusa, in analogia con quanto disposto riguardo alle scuole ed alle università di ogni ordine e grado. Sono sospese, fino alla data del 3 aprile, "le manifestazioni, eventi e spettacoli che comportano affollamento di persone tale da non consentire il rispetto della distanza di sicurezza di almeno un metro".

Per le benedizioni delle famiglie e per la comunione agli anziani e ammalati in casa, ognuno si regoli secondo le esigenze della parrocchia, senza però disattendere le misure sanitarie per arginare il rischio di contagio.

Gli anziani e i malati che non potranno uscire di casa sono ovviamente dispensati dal precetto festivo e si uniranno alla celebrazione delle loro comunità con la preghiera personale, di cui tutti abbiamo bisogno. Le nostre comunità si impegneranno nei modi dovuti e con spirito di solidarietà a non far pesare la solitudine che molti di loro dovranno affrontare".

Come ci ricorda Gesù nel vangelo "Chiedete e vi sarà dato; cercate e troverete, bussate e vi sarà aperto" (Mt 7,7), aumentiamo la preghiera personale, invocando l'intercessione di Maria Santissima, Salute degli Infermi, dei Patroni delle nostre Diocesi e di ogni Comunità parrocchiale".

Comunicato Stampa congiunto dei Vescovi delle diocesi della provincia di Frosinone sul Coronavirus - Covid 19

CASSINO, MESSE ALL'APERTO 

I fedeli non vogliono assolutamente rinunciare alla messa festiva. Ma le notizie sul coronavirus e sul rischio legato agli assembramenti hanno spinto molti di loro a bussare alle porte della chiesa di Sant'Antonio a Cassino per chiedere soluzioni. Anche perché le funzioni sono sempre particolarmente affollate. Ecco allora che il parroco, don Benedetto, ha deciso di celebrare le sante messe di sabato e di domenica all'aperto. Nell'ampio spazio di piazza Diamare. In linea con le disposizioni ministeriali e le indicazioni ecclesiastiche.
Così si potranno mantenere distanze e non correre alcun rischio