In arrivo nuove regole che stavolta varranno per tutta la popolazione italiana,e non più solo per i cittadini che si trovano nelle "zone rosse" - delle quali tra l'altro si sta valutando un ampliamento per limitare il diffondersi del Coronavirus. Nuove misure che dovrebbero essere ufficializzate a breve - andando ad integrare il precedente decreto del Governo - sulla base delle raccomandazioni dispensate dal Comitato Scientifico voluto dal premier Giuseppe Conte. 

STOP A BACI, ABBRACCI E STRETTE DI MANO

Ma di cosa si tratta esattamente? Innanzitutto, la distanza di sicurezza, che non deve essere inferiore ad un metro, al fine di evitare contatti ravvicinati e di essere investiti dalle goccioline con le quali si propaga il virus; quindi, niente saluti affettuosi: stop, perciò, a baci, abbracci e strette di mano che potrebbero agevolare la propagazione del virus; in conseguenza di queste due prime raccomandazioni, il Comitato scientifico affronta il tema delle manifestazioni.

LE NORME PER GLI EVENTI

In verità, già da giorni quasi tutti gli eventi pubblici sono stati rinviati o annullati del tutto. Ma il Comitato va oltre e propone eventi sportivi a porte chiuse per 30 giorni e lo stop ad ogni tipo di manifestazione che non consenta di osservare la distanza di sicurezza richiesta. Dove sono aperti teatri, cinema e musei è stato chiesto di rispettare la regola dell'alternanza dei posti. Il consiglio è comunque quello di evitare anche discoteche, pub e luoghi con molte persone.

ANZIANI E GIOVANI CON FEBBRE O TOSSE

Quanto alle persone anziane che hanno oltre 75 anni e quelle che ne hanno più di 65 e sono ammalate, anche di semplice influenza, sono invitate a non frequentare luoghi affollati e possibilmente a restare a casa fino a completa guarigione. Ma anche chi è più giovane ma ha influenza o tosse è invitato a restare in casa o, se proprio deve uscire, a non frequentare luoghi affollati. Infine, i colpi di tosse: quando si è all'esterno sempre nei fazzoletti da carta, da buttare poi in un contenitore chiuso, o, in mancanza, nella piega del gomito.

Le misure, come detto, riguarderanno tutta Italia per 30 giorni, ma sono da rivalutare ogni due settimane.