È venuto a mancare all'età di 66 anni l'architetto Franco Di Fiore di Atina. Un male lo ha strappato alla moglie Susanna, ai suoi figli Matteo e Diego, ai parenti e ai numerosi amici che aveva in tutta la Valle di Comino e oltre.

L'architetto Di Fiore era stimato da tutti; carattere gioviale, sentimenti sinceri, doti umane e un altruismo di altri tempi. Ha lavorato a diversi progetti che negli anni richiedevano la mano esperta di un professionista serio e preparato: la ristrutturazione dopo il terremoto del 1984 della cattedrale Santa Maria Assunta, il complesso delle case popolari di via Broile, la ricollocazione del monumento ai caduti delle due guerre, la pavimentazione davanti all'ex convento dei Frati minori, lavoro, quest'ultimo, che permise poi di ritrovare la cisterna romana di piazza Garibaldi. Sua anche la scoperta di un affresco durante la ristrutturazione della cattedrale.

Nella sua intensa vita c'è stato spazio anche per l'insegnamento: docente di disegno tecnico alle superiori, donava ai suoi ragazzi le conoscenze e i saperi che gli avevano permesso di raggiungere doti professionali non comuni. La morte di Franco lascia Atina e un'intera comunità nel dolore.  Alla notizia ci si è uniti a Susanna, Matteo e Diego per ricordare un marito, un padre e un professionista esemplare. I funerali oggi alle 15 nella Cattedrale di Santa Maria Assunta di Atina.