Si cerca di estrapolare delle immagini utili dalle telecamere del centro storico. L'obiettivo della sezione volanti della questura è dare un volto all'autore (o agli autori) degli atti vandalici e dei furti verificatisi le scorse notti nel centro storico del capoluogo. L'ultimo episodio nella notte tra mercoledì e giovedì ha interessato piazza Marzi, via del Plebiscito, piazza della Libertà e via Fosse Ardeatine: con una griglia del tombino sono stati infranti i vetri di una decina di auto per rubare all'interno.

Portati via un intero campionario, nonché piccoli oggetti quali occhiali, cavetti e spiccioli. Dopo le denunce in questura, indagano gli uomini del commissario Fabrizio Marandola. Elementi utili potrebbero saltare fuori proprio dalla visione delle telecamere di sorveglianza. 

LEGGI ANCHE: Risveglio shock in centro: auto depredate e vandalizzate

Sempre gli agenti delle volanti, con l'ausilio delle unità cinofile e con i commissariati di Sora, Fiuggi e Cassino hanno controllato un centinaio di persone e 60 veicoli. Controlli intensificati in modo particolare alla stazione di Frosinone, luogo di ritrovo di molti stranieri. Dieci extracomunitari sono stati accompagnati in questura per accertamenti per verificare la loro regolarità. Per sei è scattato il foglio di via obbligatorio per tre anni, trattandosi di persone residenti fuori città che non avevano motivo di stare a Frosinone. Un modo per limitare il numero di persone che stazionano senza far nulla allo Scalo.