Pastena sotto i 1300 abitanti. L'allarme del sindaco Arturo Gnesi che commenta:«Record negativo per il nostro paese, segno di un trend negativo che va avanti dal secondo dopoguerra. Una comunità che è costretta a salutare i suoi giovani, soprattutto laureati che oltre a lasciare la nostra terra abbandonano la nostra provincia e regione per vivere in contesti con migliori offerte lavorative e professionali.

I modelli familiari e i valori culturali profondamente mutati negli ultimi decenni impongono nuovi ritmi di vita incentrati soprattutto sui livelli assistenziali e scolastici che, nei piccoli centri, sono subordinati a contini e peregrinazioni. La civiltà contadina che rimane un ricordo sulle cartoline sbiadite e più nessuno ne apprezza le potenzialità e la bellezza. Compito della nostra amministrazione è fare i conti con questa realtà e mettere in atto le strategie idonee per renderla meno amara».