Volontari ripuliscono l'area esterna della chiesa di Sant'Anna, in via Consolazione. Era da tempo che i fedeli imploravano le autorità competenti affinché rendessero di nuovo utilizzabile il cammeo tanto caro ai loro nonni, e qualcuno ipotizzava l'intervento dei residenti, vista l'inerzia di chi è deputato alla salvaguardia ed alla tutela delle tradizioni più sentite.

Finalmente un gruppo di giovani e meno giovani ha rotto il ghiaccio, organizzando riunioni alle quali hanno partecipato in molti. I volontari si sono autotassati, per racimolare la somma destinata all'acquisto dei materiali ed attrezzi necessari ai lavori da effettuare all'immobile che rischia di finire in macerie. La chiesa di sant'Anna, tra centinaia di abitazioni e palazzine, promette così di tornare all'antico splendore, pronta per essere utilizzata come merita.