Viene sciolta in data odierna, a 29 giorni dal ricovero, la prognosi della coppia cinese, casi confermati di COVID-19.

La coppia cinese è attualmente ricoverata in degenza ordinaria. La donna è stata traferita oggi dalla rianimazione in reparto in condizione cliniche in chiaro miglioramento, vigile e orientata.
Ieri, per la prima volta, sono risultati negativi i test per la ricerca del nuovo Coronavirus.
Il marito, tuttora ricoverato in regime ordinario, prosegue con successo la riabilitazione.

Sono stati valutati, ad oggi, presso la nostra accettazione 140 pazienti. Di questi, 101, risultati negativi al test, sono stati dimessi. Trentanove sono i pazienti tutt'ora ricoverati.

A tal proposito si pronuncia anche l'Assessore alla Sanità e l'Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio, Alessio D'Amato.

"La donna cinese ricoverata presso dal 30 gennaio presso l'Istituto Spallanzani che è stata, insieme al marito, il primo caso in Italia è negativa al COVID-19. Stamane durante una visita all'ospedale ho visto anche il marito che è in ottime condizioni".

Una turista italiana di 56 anni del Friuli-Venezia Giulia è morta la scorsa notte in un residence a Bad Kleinkirchheim, in Austria. Lo riporta l'agenzia di stampa austriaca Apa. La donna si trovava in villeggiatura in Carinzia. Il medico del pronto soccorso non ha escluso un caso di coronavirus ed ha effettuato un tampone. Il residence è stato chiuso e gli ospiti non possono lasciare l'edificio, saranno anche loro sottoposti a controlli. Le autorità austriache, in collaborazione con quelle italiane, stanno ricostruendo gli spostamenti della donna.

di: La Redazione