Il Tribunale di Napoli, Giudice Dott. Bottillo, ha mandato assolto il 27 enne di Formia, Silverio Di Giorgio, chiamato a rispondere del reato di evasione. Lo stesso infatti si trovava ristretto presso alcuni familiari in quel di Napoli, in regime di arresti domiciliari per detenzione a fini di spaccio di sostanza stupefacente del tipo cocaina, quando veniva sorpreso fuori dalla propria abitazione dai Carabinieri, che nonostante l'oscurità riconoscevano lo stesso appartato a parlare con delle persone.

Secondo la Procura partenopea, che disponeva il processo per direttissima, l'uomo, già condannato per la rapina a mano armata eseguita presso la Oven Gas di Frosinone, aveva ripreso contatti pericolosi mostrando insofferenza al rispetto delle imposizioni dell'autorità giudiziaria.

Un banale equivoco, invece, per la difesa, rappresentata dagli Avvocati Pasquale Pasquale Cardillo Cupo e Mariargentina Ruggiero, che hanno illustrato e documentato come il Di Giorgio, padre di minori, fosse solo sceso per prendere i bambini ed accompagnarli in casa vista l'ora serale, momento in cui di li a poco sopraggiungevano i militari che lo traevano in arresto. All'esito della camera di consiglio il Giudice del Tribunale di Napoli, Dott. Bottillo, assolveva l'imputato.