Ladri scatenati in via Sodine. Entrano nelle abitazioni nonostante la presenza dei padroni di casa. Intorno alle 20 di lunedì scorso una banda di ladri ha colpito nella zona periferica del Convento dei Padri Carmelitani Scalzi, in via Sodine. Due incappucciati hanno rubato prima in un'abitazione e poi hanno tentato un secondo furto nella villetta adiacente, ma vistisi scoperti si sono dati alla fuga facendo perdere le loro tracce verso il lago.

I due si sono introdotti in una casa, nonostante la presenza della proprietaria e del figlio; sono entrati da una finestra, hanno raggiunto la camera da letto e preso gioielli per un valore di qualche migliaio di euro, un colpo messo a segno mentre i padroni erano in casa impegnati a preparare da mangiare e a guardare la televisione. Dopo la prima abitazione sono passati a quella adiacente. Hanno forzato una finestra, stavano per entrare quando è arrivata la figlia dei proprietari che ha aperto il cancello, è entrata con l'auto e scendendo e si è trovata di fronte i due incappucciati.

Dopo i primi attimi di smarrimento ha compreso che si trattasse di ladri. Terrorizzata ha iniziato a gridare mettendoli in fuga. A quel punto sono usciti i genitori e resisi conto dell'accaduto hanno raggiunto la vicina abitazione della zia dove i malviventi avevano appena rubato; lì hanno trovato i proprietari ancora ignari dell'accaduto e che, solo in quel momento, si sono resi conto del furto subito. Immediatamente sono stati chiamati i carabinieri; sul posto sono giunte subito le pattuglie prima di Pico e poi di Ceprano, ma dei due fuggiti a piedi, si sono perse le tracce, complici il buio e la vegetazione.