La piattaforma per la richiesta del contributo o del rimborso per l'acquisto dei dispositivi antiabbandono sarà attiva da oggi 25 febbraio 2020. Il link per l'accesso alla piattaforma sarà pubblicato a breve sul sito del Mit (www.mit.gov.it) e sugli altri canali di comunicazione del Ministero. Per la registrazione al sistema è necessario avere le credenziali SPID (Sistema pubblico di identità digitale). Entro un mese, poi, bisognerà spendere la cifra per l'acquisto dell'apparato oppure sarà necessario farne nuova richiesta.

«Il contributo – si legge sul sito ufficiale del ministero – è erogato mediante il rilascio di un buono di spesa elettronico di 30 euro per l'acquisto del dispositivo antiabbandono associato al codice fiscale di un minore». Per chi ha già effettuato l'acquisto, è previsto un rimborso. Per ottenerlo bisogna farne richiesta entro sessanta giorni dall'operatività della piattaforma, allegando copia dei giustificativi di spesa, scontrino fiscale o fattura.

I 30 euro saranno accreditati entro 15 giorni dalla richiesta sulla piattaforma. Per chi non si metterà in regola, dal 6 marzo scatteranno le sanzioni: dagli 83 ai 333 euro (che si riducono a 58 e 100 euro se si paga entro cinque giorni) con sottrazione di 5 punti dalla patente. Se si commettono due infrazioni in 2 anni scatta la sospensione della patente da 15 giorni a due mesi.