Ztl e multe, a rischio il tesoretto già speso e quello da incassare. L'amministrazione comunale, da anni, fa affidamento sugli importi corrispondenti agli incassi relativi alle multe comminate a chi non osserva i limiti della Ztl per quadrare il bilancio.

Negli ultimi mesi, poi, il parco auto della Polizia Locale è stato arricchito da moderni esemplari a quattro ruote, attrezzati di tutto punto e con costosi accessori di elevata tecnologia; prova tangibile della floride condizioni di cassa. Una serie di ricorsi ai verbali notificati, però, sotto esame da parte degli uffici competenti, starebbe preoccupando i vertici delle divise municipali, e presumibilmente l'assessorato al Bilancio. Un avvocato in particolare avrebbe sollevato obiezioni sulla legittimità dei provvedimenti, che contrasterebbero in maniera plateale con quanto deliberato dall'ente.

La delibera di giunta n. 272 del 3 settembre 2015, in piena era Bassetta, riguarda proprio la regolamentazione della Ztl (zona a traffico limitato). Nella seduta di approvazione dell'atto, mai osservato né contestato da alcuno, erano presenti Fausto Bassetta sindaco e gli assessori Marilena Ciprani, Marco Vari e Aurelio Tagliaboschi; assenti gli altri.

La deliberazione, in soldoni, delimita da Porta Santa Maria a Porta Cerere lo spazio soggetto al provvedimento, con innesti tramite varco elettronico da Porta Santa Maria e largo Zegretti.
Il posizionamento delle telecamere, mentre per Largo Zegretti è forse indiscutibile, per l'altro varco recita "da posizionarsi in Via Onorato Capo in prossimità di Porta Santa Maria".

Orbene, la telecamera posizionata sulla facciata dell'ospedale in corrispondenza alla cappella dove si celebravano le funzioni religiose, nell'immortalare la parte posteriore del veicolo che supera il varco, lo fotografa prima che l'automezzo abbia superato Porta Santa Maria.
In parole povere: un processo, anzi una condanna alle intenzioni! Se un giudice, di pace o tradizionale, riterrà valide le argomentazioni affatto speciose, l'amministrazione comunale potrebbe vedersi piovere addosso migliaia di richieste di risarcimento, per cifre di molto superiori al milione di euro. Staremo a vedere.