Sesta vittima italiana del coronavirus. Agli Spedali Civili di Brescia è morta una paziente oncologica che da Crema nelle scorse ore era stata trasferita a Brescia dopo essere risultata positiva al tampone per il virus. La donna è deceduta nel reparto di malattie infettive.

 È il terzo morto oggi dopo un 84enne a Bergamo e un 88enne a Lodi.

I casi di coronavirus in Italia sono 219, comprendendo anche quattro decessi, l'ultimo questa mattina a Bergamo, e un guarito. Nel dettaglio sono 167 in Lombardia, 27 in Veneto, 18 in Emilia Romagna, 4 in Piemonte e 3 nel Lazio. Cinque sono le vittime, uno è guarito, il ricercatore dimesso dallo Spallanzani.

I dati sono quelli riferiti dal capo della Protezione civile Angelo Borrelli durante la conferenza stampa delle 12. La quinta vittima, precisa Borrelli, è un 88enne di Caselle Landi. 

Salgono a cinque le vittime italiane causate dal nuovo coronavirus. E ancora una volta si tratta di una persona anziana, 88 anni, già gravata da altre e serie patologie. A dare la notizia è stato, durante la quotidiana conferenza stampa svoltasi poco fa, il capo della Protezione civile e commissario straordinario all'emergenza, Angelo Borrelli.

Che ha poi aggiunto: "Sono 219 i contagiati e 5 i deceduti in Italia, si è aggiunto da pochissimo un decesso in Lombardia, un uomo di 88 anni di Caselle Landi". Come detto prima, in tutti i casi si tratta di persone anziane con quadri clinici già compromesso. Borrelli ha infine confermato che contagi e decessi si riferiscono sempre ai focolai già individuati.

di: La Redazione