Rifiuti di ogni genere, forma, natura e dimensione imputridiscono sul lato di una piazzola di sosta situata lungo la superstrada Sora-Cassino, all'altezza del chilometro 53,500. Una catasta di materiali copre la scarpata della carreggiata al di sotto dell'area di sosta in direzione Cassino, poco prima di entrare nella galleria Colle Flonio in territorio di Vicalvi. I rifiuti abbandonati sono di varia natura perché vanno dai materassi in gomma alle parti di automobili, oltre alle buste nere, bianche, trasparenti, bancali di legno, bottiglie di plastica, contenitori di sostanze. Il tutto, gettato sul terreno scosceso che copre la vegetazione e i tronchi degli alberi presenti in quell'area.

Lo scempio è visibile da chi percorre la superstrada in direzione Cassino, in quanto la catasta è fin troppo evidente e la presenza delle buste (che sono la maggioranza dei rifiuti) colpisce subito l'occhio. Il luogo scelto per disfarsi dell'immondizia per i vandali dell'ambiente è l'ideale.
Infatti, la piazzola di sosta è praticamente nascosta al traffico e la vegetazione, rigogliosa e folta da aprile a ottobre, ricopre tutto ciò che viene abbandonato in quel punto. Invece, numerose buste sono finite più in basso, ai piedi della scarpata, invadendo il terreno distante dalla sede stradale e contribuendo ad allargare l'area della discarica, oltre a inquinare il suolo e a deturpare la zona.

La superstrada, purtroppo, presenta altri punti presi d'assalto dagli inquinatori, che preferiscono sfruttare le piazzole di sosta e il terreno confinante. Inoltre, quando piove i rifiuti (costituiti in larga parte da buste e oggetti diplastica) vengono trasportati dall'acqua nei pozzetti di scolo, contribuendo così a otturarli e a impedire il deflusso dell'acqua, che causa allagamenti sulla carreggiata. Tempo fa, su alcune piazzole di sosta erano stati collocati contenitori per i rifiuti: chiunque poteva fermarsi e depositarli, mantenendo la strada pulita e l'ambiente integro.

Quei contenitori ora non ci sono più, però lungo i 43 chilometri di strada sono presenti molte stazioni di servizio, alcune ben attrezzate e per questo dotate di idonei raccoglitori per l'immondizia. Dunque, il problema è che a tanti automobilisti mancano il rispetto dell'ambiente e l'educazione.