I casi di positività al nuovo Coronavirus in Italia hanno sfondato quota 100. E purtroppo sono destinati ad aumentare con il passare delle ore. Ad ufficializzare le cifre è stato il presidente della Lombardia Attilio Fontana. Le persone contagiate nella sola regione lombarda sono al momento 89. Ad esse vanno aggiunti i 16 casi in Veneto, 2 in Emilia Romagna, 1 nel Lazio (uno dei due componenti la coppia di turisti cinesi ricoverata da 15 giorni allo Spallanzani di Roma, l'altro e il ricercatore italiano sono invece guariti e dimessi) e 3 in Piemonte: si arriva così a 111. Due, purtroppo, le persone morte finora, l'ultima ieri.

Si ferma mezza serie A

Intanto, ieri sera il consiglio dei ministri ha varato un decreto d'urgenza che dà la possibilità ai ministri competenti di stoppare gite scolastiche, in Italia e all'estero, eventi pubblici, eventi sportivi (per oggi, ad esempio, sono state rinviate le partite  Inter-Samp, Atalanta-Sassuolo e Verona-Cagliari, visto che si sarebbero dovute disputare nelle regioni dove si sono accesi i primi focolai del virus), ma di adottare anche qualsiasi altro provvedimento idoneo a tutelare la salute pubblica. 

Lo stesso decreto, inoltre, dà la possibilità di limitare la circolazione delle persone residenti nei comuni e nelle aree focolaio. Sempre al fine di limitare il diffondersi del contagio ad altre regioni, al momento quelle coinvolte direttamente sono 5: Lombardia, Veneto, Piemonte, Emilia Romagna e Lazio. 

LEGGI ANCHE: Frosinone: torna dalla Cina ma se ne va in giro senza problemi

Sospese tutte le gite scolastiche

Intanto, circa un'ora fa il Ministero dell'Istruzione ha informato che, «in attesa dell'adozione formale dell'ordinanza prevista dal decreto approvato in Consiglio dei Ministri, per motivi precauzionali i viaggi di istruzione vanno comunque sospesi a partire già da oggi, domenica 23 febbraio 2020». Lo stop alle uscite didattiche e ai viaggi di istruzione, sottolinea il Miur, riguarda sia le mete in Italia sia all'estero.

LEGGI ANCHE: Frosinone, "Ho la febbre e sono stato coi cinesi". E' panico

In campo anche l'esercito

Misure molto severe, quindi, per rispettare le quali - come detto ieri sera dal premier Giuseppe Conte - saranno impiegate in modo massiccio le forze dell'ordine ed anche l'Esercito: in merito 80 soldati sono già stati inviati nelle zone focolaio.

Positivo anche un 17enne

E stamattina è arrivata anche la notizia di un diciassettenne risultato positivo al coronavirus. Il ragazzo è residente in un paese della Valtellina ma studia all'istituto agrario di Codogno. Venerdì, dopo esser tornato nel paese della provincia di Sondrio, ha iniziato ad avere la febbre e gli è stato fatto il tampone all'ospedale di Sondrio.

A Milano stop scuole e vita sociale 

Quanto a scuole e università, a MIlano il sindaco Sala ha dichiarato alla stampa che "da lunedì e per tutta la settimana le scuole di Milano resteranno chiuse". Il Primo cittadino ha inoltre invitato i cittadini a limitare la vita sociale.