Il coronavirus semina morte anche in Italia e in tutto il Paese adesso dilaga la paura. Il primo decesso causato dal virus cinese si è registrato in serata, intorno alle 22.45, in Veneto, all'ospedale di Schiavonia, in provincia di Padova,  dove è spirato uno dei due pazienti risultati positivi al coronavirus. Lo ha confermato all'agenzia di stampa Ansa il governatore del Veneto Luca Zaia.

Il paziente deceduto per coronavirus in Veneto - riporta l'Ansa - aveva 78 anni ed era un muratore in pensione. L'uomo, ricoverato già da una decina di giorni per precedenti patologie, è spirato questa sera all'ospedale di Schiavonia (Padova). "Non c'è stato neppure il tempo per poterlo trasferire" ha detto il governatore Luca Zaia.

IL TOTALE DEI CONTAGIATI IN ITALIA

17 sono i contagiati individuati al momento tra Lombardia e Veneto in meno di 24 ore, ma centinaia di persone che hanno avuto contatti diretti con loro sono in attesa di conoscere i risultati dei test e più di 50mila cittadini in provincia di Lodi sono, di fatto, in quarantena a casa loro.

Due treni - come conferma ancora l'Ansa - sono fermi nelle stazioni di Lecce e Milano perché a bordo ci sarebbero due casi sospetti di coronavirus. Si tratta di un Italo da Milano per Torino e di un Freccia in partenza dalla stazione del capoluogo salentino. Trenord ha disposto la chiusura delle stazioni di Codogno, Maleo e Casalpusterlengo. Stop calcio e basket a Piacenza. Rinviate alcune gare serie B di pallavolo.