Ieri, nel centro storico di Trevi nel Lazio, due campani hanno tentato di vendere statuette raffiguranti San Pio da Pietrelcina, millantando di avere l'autorizzazione del parroco del paese.

I due, un 51enne, già censito per furto in abitazione, truffe, resistenza a P.U. ed un 21enne, pregiudicato per reati per estorsione, resistenza a P.U., lesioni personali, stupefacenti e guida senza patente, sono stati notati mentre tentavano la vendita delle statuette con modi insistenti ed arroganti tali da richiedere l'intervento dei Carabinieri della locale Stazione.

Immediatamente i militari hanno rintracciato i due soggetti e, ricorrendone i presupposti, nei loro confronti è stata inoltrata proposta per l'irrogazione della misura di prevenzione del rimpatrio con foglio di via obbligatorio, con divieto di ritorno nel comune di Trevi nel Lazio per tre anni.