Cosa sia accaduto prima di essere trovato privo di sensi nel sedile posteriore dell'auto, cosa abbia provocato la commozione cerebrale e il volto tumefatto, saranno le indagini degli agenti della Squadra mobile a chiarirlo.

Molto probabilmente è stato vittima di un'aggressione il quarantenne di Frosinone trovato domenica pomeriggio in condizioni critiche all'interno di una macchina, posteggiata nel parcheggio del Fornaci Village. L'uomo, dopo essere stato trasportato con un'ambulanza all'ospedale "Fabrizio Spaziani" di Frosinone, è stato trasferito in una struttura più attrezzata, al policlinico Tor Vergata di Roma, dove è tuttora ricoverato in prognosi riservata. Nessuna pista è esclusa. Gli agenti indagano anche per tentato omicidio. Al vaglio anche le telecamere di videosorveglianza della zona e alcune testimonianze di persone che potrebbero aver visto qualcosa l'altro ieri.

La ricostruzione
Mistero su quanto accaduto domenica scorsa a un frusinate trovato privo di sensi da un passante nell'area del parcheggio del Fornaci Village, in via Gaeta, nella parte bassa del capoluogo. Il passante ha visto l'uomo riverso sul sedile posteriore. Ha cercato di chiamarlo, di attirare la sua attenzione, ma ha subito capito che era successo qualcosa di grave. La persona in macchina non rispondeva. C'erano macchie di sangue. Così ha subito chiamato i soccorsi. Erano circa le 16.30.

Sul posto è arrivato il personale medico con un'ambulanza. Il quarantenne era riverso in auto. Aveva diverse ecchimosi, il volto tumefatto. Dopo le prime cure gli operatori del 118 lo hanno trasportato nella struttura ospedaliera di Frosinone per tutti gli accertamenti. Sono intervenuti, inoltre, gli agenti della polizia per avviare i rilievi del caso e chiarire cosa sia accaduto, se il frusinate sia stato aggredito o meno.

Con il passare delle ore i sanitari dello "Spaziani" hanno deciso il trasferimento per il frusinate all'ospedale di Tor Vergata. Troppo gravi le ferite riportate alla testa. L'uomo è, infatti, ricoverato in gravissime condizioni nel nosocomio romano.

Le indagini
Gli agenti della Squadra mobile hanno avviato subito tutti gli accertamenti del caso per fare luce su quanto accaduto al quarantenne. Stanno ricostruendo le ultime ore dell'uomo senza tralasciare alcuna pista. A setaccio anche l'area dove era parcheggiata l'auto con all'interno il quarantenne, per trovare elementi utili che possano essere d'aiuto alle indagini. Aiuto che potrebbe arrivare anche dai filmati delle telecamere di videosorveglianza della zona.
I poliziotti attendono anche di acquisire le dichiarazioni del quarantenne. Come detto, attualmente, è ricoverato in prognosi riservata nella Capitale, a Tor Vergata.