Fugge all'alt dei carabinieri ma prima urta con l'auto il braccio del carabiniere che gli aveva imposto di fermarsi. Scatta l'inseguimento

La cronaca
Nella mattinata a Cassino, i militari della Sezione Radiomobile della locale Compagnia, nel corso di predisposti servizi al controllo della circolazione stradale, hanno arrestato per "resistenza, violenza e lesioni aggravate a P.U." Aru Mariano, 31enne residente nella Città Martire, già censito per reati inerenti le sostanze stupefacenti e quelli contro il patrimonio e la persona.

L'uomo, mentre era alla guida della propria autovettura in via Pontoni, all'altezza di Via G. di Biasio, insieme ad un'altra persona, all'alt intimatogli dai militari operanti accelerava improvvisamente urtando con il montante sinistro del veicolo il braccio destro del militare che gli aveva imposto l'alt dandosi poi alla fuga. Immediatamente l'autoradio si poneva all'inseguimento degli stessi che si protraeva per le vie cittadine e terminava in Via Solfegna Contoni, dove Aru Mariano ha abbandonato a il veicolo per darsi alla fuga a piedi  percorrendo i binari della linea ferroviaria per circa 200 metri inseguito da uno dei militari che riusciva a bloccarlo,  mentre la donna veniva fermata dall'altro militare ancora prima di scendere dal veicolo, unitamente ad un altra pattuglia giunta sul posto.

I successivi accertamenti hanno permesso di appurare che l'autovettura condotta dal 31enne fosse sprovvista di assicurazione RCA.  Stante i presupposti di legge l'uomo è stato arrestato per i reati ascritti e sottoposto al regime degli arresti domiciliari in attesa del rito direttissimo.