Ingorgo di tifosi all'uscita dello stadio Stirpe in prossimità di via Casaleno, dopo la partita di ieri.

«La scelta delle autorità competenti di impedire il deflusso dei tifosi del Frosinone da viale Olimpia in direzione di via Armando Fabi, passando per la rotatoria di via Michelangelo, ha creato all'uscita dal "Benito Stirpe", un ingorgo di migliaia di persone in prossimità dell'intersezione tra viale Olimpia e via Casaleno  - denuncia il consigliere Marco Ferrara - Se in quei minuti di calca qualche tifoso avesse accusato un improvviso malore, credo che la situazione sarebbe stata davvero pericolosa dato che non era presente nessuna via di fuga. Per quale motivo bisogna fare correre degli ulteriori rischi ai tifosi del Frosinone? È vero che la partita con il Perugia è stata considerata dalle autorità preposte all'ordine pubblico a rischio di incidenti, ma i tifosi del grifo avrebbero potuto attendere una mezzora in più, aspettando di uscire dallo stadio dopo il deflusso dei tifosi del Frosinone, che sarebbe potuto avvenire, come abitualmente accade. In qualità di consigliere comunale di Frosinone chiedo alle autorità competenti in materia di ordine pubblico che venga ripristinato l'abituale senso di marcia del deflusso dei tifosi del Frosinone».