Distrutta la fontana di piazza Garibaldi. Ieri la città si è svegliata incredula davanti alle immagini della fontana vicino al ponte di Napoli semidistrutta. Immediata è scattata la curiosità da parte dei cittadini per capire cosa fosse accaduto e quando.

Un giovane sorano, neanche trentenne, alle 5.30 del mattino ha impattato contro la fontana. Fortunatamente non ha subito grosse lesioni, se l'è cavata con alcuni punti di sutura sulla fronte. Sul posto sono giunte un'ambulanza del 118 e le forze dell'ordine che hanno eseguito i rilievi di rito.

Da indiscrezioni pare che il ragazzo, alla guida di un'Audi 80, completamente distrutta nell'impatto con la fontana, aveva alzato il gomito. Gli verrà sospesa la patente e dovrà vedersela anche con il Comune. Il consigliere delegato alle manutenzioni, Lino Caschera, si è detto pronto ad intervenire. «Chiederemo le generalità dell'autore del danno che sarà chiamato a risarcire quanto ha rotto».

Ma il sabato della movida ha colpito anche al centro della città. I vandali hanno divelto, rendendola inutilizzabile, la fontana di acqua potabile presente alle porte del quartiere di San Rocco, mentre in piazza Santa Restituta sono state sradicate e gettate nell'aiuola le piantine che il Comune aveva piantato.

«Ma cosa sta accadendo in città? - sbotta un gruppo di cittadini che commentava ieri dal ponte di Napoli quanto accaduto all'alba - Incidenti, maleducazione e scarso senso civico stanno aggredendo la nostra bella Sora. Deve valere la regola che chi rompe paga, perché non è possibile avere muri imbrattati, centro storico in balia dei vandali che lasciano bottiglie di vetro in ogni vicolo e luoghi dove non si può nemmeno più passare».