È di Ceccano l'uomo che ha travolto con il suo furgone un pedone, poi deceduto al Santa Maria Goretti di Latina. La tragedia ieri a Priverno in seguito a un incidente avvenuto intorno alle 12 in piazzale Metabo. Inatteso l'esito drammatico del fatto visto che le immediate conseguenze non lasciavano presagire il peggio. Nei dintorni di Porta Campanina mancava poco a mezzogiorno, quando Leonardo Cecconi di 89 anni, che stava probabilmente tornandosene a piedi a casa che dista da lì circa un centinaio di metri, è stato investito da un furgone di quelli che riforniscono di patatine i bar della zona. Alla guida del mezzo un quarantacinquenne di Ceccano.

A seguito del violento impatto l'anziano è stato scaraventato a terra e proprio il conducente del mezzo, che lo ha travolto probabilmente a causa della scarsa visibilità della semicurva che aveva appena affrontato, è stato il primo a sincerarsi delle condizioni dell'anziano e ad allertare i soccorsi. Soccorsi che sono arrivati quasi immediati.

Sul posto si sono precipitati gli agenti della polizia municipale di Priverno, il cui Comando dista pochissimo dal luogo dell'incidente, e il personale sanitario del 118 dell'ambulanza e dell'automedica di stanza a Priverno. L'ottantanovenne, nonostante le contusioni, era vigile e collaborativo anche durante le medicazioni operate dai sanitari soprattutto alla testa, fasciata per fermare la fuoriuscita di sangue.

Dopo la prima medicazione è stato comunque trasportato in codice rosso al Pronto soccorso dell'ospedale Santa Maria Goretti di Latina per gli accertamenti del caso. Da quanto è emerso in seguito è proprio nel nosocomio del capoluogo che la situazione è precipitata per l'aggravarsi delle condizioni dell'anziano.

La notizia del suo decesso è stata comunicata in seguito dal personale dell'ospedale al Comando della polizia municipale di Priverno facendo scattare le procedure di rito. Gli stessi vigili si sono quindi recati nella locale Stazione dei carabinieri per fornire tutte le informazioni riguardanti i fatti e le risultanze dei rilievi effettuati. Delle indagini si sta occupando il pubblico ministero che era di turno, Giuseppe Miliano che, come da prassi alla luce della dinamica, ha indagato il conducente del furgone per omicidio stradale.

Leonardo Cecconi, conosciuto e benvoluto a Priverno, lascia la moglie e due figli. L'incidente, di per sé, riapre di fatto il discorso della sicurezza stradale che il comune di Priverno, come le istituzioni e il Comando della locale polizia municipale, hanno più volte sottolineato e tenuto in grande considerazione, come del resto è stato testimoniato anche dalle recenti installazioni di dossi artificiali "frangivelocità" posizionati in via Madonna del Calle, proprio nei pressi del luogo del tragico incidente di ieri, e nelle vicinanze del Terminal dei bus. Saranno comunque le indagini degli inquirenti a stabilire l'esatta dinamica del sinistro, le cause e le eventuali responsabilità dell'accaduto.