Torna a Frosinone il teatro dedicato ai più piccoli con la rassegna curata da Damiana Leone e la compagnia Errare Persona. Per il terzo appuntamento di quest'anno andrà in scena oggi (sabato 15) all'Auditorium Colapietro alle 17.30 lo spettacolo "Peter Pan", curato dall'Associazione Culturale Molino d' Arte. I testi sono riadattati per l'occasione da Antonella Petrera, mentre la regia è affidata ad Antonello Arpaia. In scena gli attori: Filippo Giordano, Nicola Cifarelli, Angela Borromeo e Adriana Coletta.

Divertimento assicurato per i più piccoli, ma anche per i loro accompagnatori con la messa in scena di una delle favole più conosciute ed apprezzate di tutti i tempi. Un'avventura in cui le scelte personali e la creatività conducono verso un quotidiano che può diventare fantastico a qualsiasi età.

Comicità e dialoghi brillanti, effetti scenici e suggestioni immaginarie conducono lo spettatore in un viaggio favoloso, in situazioni inconsuete e paradossali nelle quali è facile riconoscere sé stessi, e personaggi che entrano a far parte dell'immaginario fin dalla tenera infanzia.

Sulla base dell'originale testo inglese, le scene si arricchiscono di novità, vicende curiose e inaspettate, conducendo lo spettatore a cercare alleati, a ricordarsi delle antiche storie e a desiderare di raccontarle, a scegliere di crescere valorizzando la fantasia per la costruzione della propria identità. Si narra di come gli amici si appartengono, si vogliono bene, sanno valorizzare l'altro.

L'utilizzo di brevi battute dalle parole semplici introduce il giovane spettatore alla magia di una storia raccontata scenicamente e lo invita a fare il tifo per i buoni. Il ritmo spedito delle vicende e dei dialoghi tiene alta l'attenzione e seduce lo spettatore avvolgendolo nella storia. Buffi oggetti scenici accompagnano il ritmo e il procedere dell'avventura in un respiro narrativo adatto al più piccolo e al più grande.

Una storia senza tempo in cui adulti e bambini si ritroveranno festosi, e di cui si sentirà il desiderio di continuare a parlare. L'ingresso come sempre è a soli cinque euro.