Una valigetta con 450 grammi di cocaina purissima al 92 per cento. È l'accusa che, in primo grado con il rito abbreviato, era costata la condanna a due anni e otto mesi a una coppia di fidanzati Pasquale Anatrella 25 anni e Viviana Ciocchetti 36 anni, la coppia di Ferentino che venne arrestata il 29 gennaio 2019. Ieri per i due è arrivata la sentenza dei giudici d'appello: pena confermata per la donna, mentre l'uomo è stato assolto perché il fatto non sussiste.

La difesa ha fatto leva sul fatto che la valigetta con la droga, un contasoldi elettronico e una pistola lanciarazzi è stata rinvenuta nel garage dell'abitazione della donna, mentre i due erano sì fidanzati, ma non conviventi. Di tale convivenza non c'era prova. Un particolare che ha indotto i giudici di appello ad assolvere l'uomo e a confermare la condanna per la Ciocchetti. L'operazione era scattata all'interno di un appartamento a Madonna degli Angeli a Ferentino.

Lì durante la perquisizione erano saltati fuori quattro involucri in cellophane con circa 450 grammi di cocaina purissima che avrebbe potuto fruttare 2.200 dosi. I due, difesi dagli avvocati Nicola Ottaviani e Giampiero Vellucci erano finiti agli arresti domiciliari. Da dove ieri sono stati rimessi in libertà. L'uomo in quanto assolto con la formula perché il fatto non sussiste, la donna perché è venuta meno la pericolosità sociale. Peraltro, durante il processo di primo grado, per entrambi erano stati chiesti cinque anni e mezzo.