Fu investito perdendo la vita all'inizio di aprile scorso mentre si trovava sul suo posto di lavoro, tra l'altro era il primo giorno di occupazione con la sua nuova ditta. Francesco Florio stava effettuando il suo turno serale installando la segnaletica sul raccordo anulare di Roma quando un uomo, alla guida di una Volkswagen Golf, non lo vide e lo prese in pieno uccidendolo davanti ai suoi colleghi.

Ora per l'investitore, di 51 anni, accusato di omicidio stradale, oltre che di omissione di soccorso e resistenza a pubblico ufficiale, è arrivata la condanna a cinque anni e sei mesi di carcere. L'investitore si diede anche alla fuga ma poi venne rintracciato dalla polizia di Settebagni. Una notizia che sconvolse la famiglia di Francesco e la piccola comunità di Acuto. Ora a distanza di circa dieci mesi è arrivata la sentenza di condanna per l'investitore di Francesco Florio.