Ha lasciato i figlioletti di due e cinque anni da soli in casa e chiusi a chiave. La donna, una 26enne rumena è stata denunciata per abbandono di persone minori o incapaci. A trovare i bambini in casa, una pattuglia dei carabinieri allertata da due coniugi rumeni. I bambini sono stati provvisoriamente affidati ai nonni.

La vicenda
Ieri sera, a Veroli, i carabinieri, a conclusione di specifica attività info-investigativa, hanno denunciato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Frosinone, una 26enne di nazionalità rumena e domiciliata nello stesso comune (già gravata da vicende penali per reati contro la persona), poiché resasi responsabile di "abbandono di persone minori o incapaci". I carabinieri, durante lo svolgimento di un servizio perlustrativo sul territorio sono stati avvicinati da due coniugi rumeni riferendo che i loro nipoti, di 2 e 5 anni, erano stati lasciati dalla loro nuora soli a casa e chiusi dentro a chiave.

Immediatamente la pattuglia si è recata presso l'abitazione indicata e, constatato quanto riferito, è riuscita a rintracciare in poco tempo la madre dei bambini che si era recata momentaneamente presso l'abitazione di un suo connazionale. I carabinieri dopo aver appurato che i bambini stavano bene hanno però riscontrato che gli ambienti dell'abitazione erano in uno stato di abbandono e, pertanto, hanno provveduto ad individuare, nell'abitazione dei nonni, il provvisorio collocamento dei minori.