Tentano un furto in maschera e fuggono a mani vuote. Ladri senza scrupoli in azione domenica pomeriggio a Cassino, in zona Selvone.

Secondo una prima ricostruzione dei fatti, i delinquenti, con indosso abiti da Carnevale, hanno raggiunto un'abitazione isolata in località Selvone e sono entrati approfittando della presenza solo dell'anziana proprietaria, impossibilitata a muoversi. La donna ha pensato che fosse qualche scherzo, una ragazzata di giovani con maschere e costumi in giro per le case a bussare per un caffè, un dolcetto o un bicchierino di liquore.

Non ha pensato neppure per un istante che fossero ladri mascherati. Il marito, che si trovava a pochi metri nell'orto dietro casa, non avrebbe sentito nulla né avrebbe notato la presenza sospetta dei ladri. Una volta rientrato nell'abitazione, però, ha capito tutto: i malintenzionati avrebbero rovistato ovunque cercando di prendere soldi o monili. Cassetti svuotati, mobili aperti e gettati a terra.  Alcuni anche calpestati nella fuga o per disprezzo.

L'anziana avrebbe raccontato dei giovani con le maschere, realizzando solo dopo il pericolo. L'allerta è scattata nell'immediatezza e per l'intero pomeriggio c'è stato un tam-tam tra i residenti per segnalare, anche in zona Collecedro, auto sospette

Poche ore dopo, il colpo è riuscito. Questa volta a Cervaro. I ladri (non è affatto accertata una connessione con il tentato colpo a Cassino) hanno rubato una macchina mangiasoldi e due slot machine in una tabaccheria del centro. Poi, almeno in base a una prima ricostruzione dei fatti affidata ai carabinieri della Compagnia di Cassino, hanno preso un furgoncino di colore rosso per la fuga, mezzo poi ritrovato a Mignano Montelungo e recuperato. Ma nel tentativo di dileguarsi sono stati notati e fotografati da un passante. Indagini serratissime.

«Troppi i furti nella nostra città - ha dichiarato Pietro Pacitti - È tempo di garantire ai nostri concittadini maggiore sicurezza. Confidiamo nell'operato delle forze dell'ordine che non si risparmiano, sempre presenti sul territorio. L'invito è segnalare ogni movimento sospetto ai carabinieri in tempo reale».